Ritiro ingombranti

Compostaggio domestico

 

Di cosa si tratta?

Il compostaggo domestico è il processo attraverso il quale ogni cittadino può trasformare i rifiuti vegetali e organici in fertilizzante naturale per vasi, orti e giardini.
E’ sufficiente dotarsi di un contenitore facilissimo da usare, il composter, e con pochi accorgimenti si creeranno le condizioni ottimali perché la decomposizione dei rifiuti organici si possa svolgere rapidamente, senza odori sgradevoli e al riparo da agenti atmosferici e climatici negativi.
Bastano pochi mesi per “completare un ciclo” ed ottenere il compost, un terriccio scuro, morbido, spugnoso, con il classico odore “di sottobosco”. Un fertilizzante pregiato, ricco di sostanze nutritive, completamente naturale, prodotto solo con i rifiuti scelti accuratamente da noi stessi. Facile da fare, sicuro da utilizzare perché è fatto da noi.

Il compostaggio fa risparmiare

Il compostaggio, inoltre, fa risparmiare attraverso uno sconto sulla parte variabile della tariffa sui rifiuti.

Come richiedere il composter?

Il composter viene consegnato da Sea Ambiente S.p.A. in comodato gratuito e può essere richiesto tramite il modulo e trasmettendolo via fax al 0584-3860244 o via e-mail a segreteria@seaambiente-spa.it.

Scarica qui il modulo.

Le Regole fondamentali per la corretta gestione del composter:

  • posizionare il contenitore in una zona del giardino o orto accessibile in qualsiasi stagione, preferibilmente in semiombra e vicino ad una fonte di acqua
  • preparare il piano di appoggio con legno sminuzzato o piccole potature per favorire la traspirazione e la fuoriuscita dei liquidi in eccesso
  • miscelare gli scarti più umidi (scarti di cucina, cascami dell’orto, erba) con quelli secchi (legno spezzettato, foglie secche, paglia) per formare una massa ben aerata ed un giusto rapporto carbonio/azoto
  • mantenere l’umidità della massa intorno al 60% (si può verificare stringendo con una mano un pugno di miscela da compostare, questa non deve gocciolare ma solo lasciare bagnata la mano)
  • controllare la temperatura interna della massa: se si raffredda o si surriscalda rivoltare, miscelare per favorire l’ossigenazione (la temperatura ideale durante la fase di decomposizione è di 55°-70°C)
  • attendere circa 9-12 mesi per avere un compost maturo che verrà estratto dal basso della compostiera
  • prima dell’utilizzo disporre il compost in cumulo per favorire la stabilizzazione per almeno 1 settimana e se necessario vagliare/setacciare per separare residui grossolani non decomposti come il legno dal terriccio